Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Ti stai chiedendo come scrivere un blog? Magari vorresti creare un tuo piano editoriale per il tuo blog di successo? Hai costruito il tuo primo blog, hai aperto l’editor di WordPress, ma… non hai ancora chiaro come scrivere un blog?

Ti voglio tranquillizzare, questa fase l’abbiamo vissuta tutti 😀
Oggi condivido con te il percorso che ho effettuato per pianificare un calendario editoriale e per scrivere gli articoli nel mio blog o in quello dei miei clienti

Come scrivere un blog: pianifichiamo il nostro obiettivo

Se ci chiediamo come scrivere un blog dobbiamo prima farci alcune domande:

  • Quale obiettivo avrà il blog?
  • Quale sarà il pubblico del blog?
  • Tratto un argomento specifico nel blog?

Queste sono le domande che prima di ogni altra dovrebbero avere una risposta 😀
Perchè, se non abbiamo ben chiaro il “come” rispondere a queste domande, difficilmente riusciremo nell’impresa di capire come creare un blog di successo.

blog casa

In un precedente articolo di questo blog ti ho parlato del metodo SMART e di come ci possa aiutare a costruire un blog che abbia un obiettivo preciso. Sempre nello stesso articolo ti dicevo come scegliere il pubblico del tuo blog e la nicchia aiutandosi con gli strumenti che il web ci offre.

Diamo per scontato che tu abbia risposto brillantemente a queste domande.
E supponiamo anche tu sia prontissimo a scrivere un blog.

Resta la domanda alla quale proverò a dare una risposta in questo articolo: come scrivere un blog?

Quando mi viene rivolta questa domanda io rispondo sempre alla stessa maniera: unendo fantasia e razionalità.

“CHE?!?!?”

Ok, mi spiego meglio 😀

Ormai dovresti conoscere il mio stile e avrai notato che scrivere un articolo per un blog non è facile.
Ma ne dovrai scrivere tanti se vorrai diventare un blogger.

E per farlo NON dovrai scrivere parole a caso nè tantomeno pensare di metterti davanti alla tastiera e cominciare a scrivere tutto ciò che ti passa per la testa.

Sia chiaro: se stai cercando di capire come realizzare un blog dove scrivere i propri pensieri, allora sicuramente potrai scrivere ciò che vorrai senza fare troppo caso alla struttura dell’articolo o alle informazioni che dovrai metterci dentro.

Ma se ti stai chiedendo come scrivere un blog di viaggi o come scrivere un blog aziendale o se il tuo blog avrà ambizioni legate a un possibile guadagno, allora in quel caso dovrai considerare alcuni aspetti.

come aprire un blog e guadagnare

Come scrivere un blog sfruttando la potenza degli articoli

Ok, fatte queste premesse, e dando per scontato che tu abbia già realizzato il tuo blog, vediamo insieme io e te quali sono gli aspetti da considerare per capire come scrivere un blog 🙂

#1. Ogni articolo deve avere un obiettivo, deve risolvere un problema specifico

Ricordati che vuoi scrivere un blog: i tuoi pensieri o i tuoi articoli saranno online.

E online le persone vogliono una soluzione ai loro problemi.
Crudo da dire in questo modo, ma è così 😀

Prova pensare all’ultima volta che hai cercato qualcosa su Google: avevi un’esigenza da soddisfare.
Hai cercato su Google e il motore di ricerca ti ha proposto alcuni risultati utili che potevano risolvere il tuo problema.

Ogni singolo articolo deve dare risposte.
Deve trattare un argomento specifico e rispondere in maniera specifica.
Senza fronzoli.
Non deve essere un giro di parole continuo che non porta a nulla.

In questo articolo che stai leggendo per esempio, trovi alcuni punti per capire come scrivere un blog.
Punti che ti potrebbero aiutare a scriver meglio i tuoi articoli.

#2. Rivolgiti al tuo lettore usando il TU

Questo è un aspetto che torna sempre quando mi chiedono come scrivere un blog.

Ancora oggi mi capita di leggere blog che usano il VOI e altri che invece usano i verbi all’infinito.
Personalmente mi reputo il Blogger della porta accanto, dunque farei fatica a non usare il tu 🙂

Voglio approfondire questo concetto dicendoti che il pubblico che abbiamo identificato non è un pubblico “da televisione” 😀
Mi spiego: la TV ci ha abituati al presentatore di turno o al giornalista che parlava a un pubblico di milioni di persone.

Nel web, chiusi nel display del nostro smartphone o nel monitor di un pc, non c’è un unico pubblico fatto da milioni di persone, ma milioni di pubblici fatti da una persona sola.

Dunque, perchè non rivolgerci al nostro utente usando il TU?

Altro aspetto da considerare: il blogger non è un professore universitario.
Il blogger, come mi definisco io, è l’amico della porta accanto.
E all’amico non darai mai del VOI, o sbaglio? 😉

#3. Information Design: sai cos’è?

Ok, questo termine non l’ho coniato io, ma prendendo spunto da Robin Good, ho deciso di usarlo

in questo articolo 😀

In un articolo ci saranno delle informazioni che darai al tuo pubblico.

Ma… il tuo pubblico le coglierà tutte?
Ovviamente no.

Non tutto quello che scriverai verrà compreso, letto, assimilato dal lettore.
E’ normale che sia così.

Allora che fare?
Annoiare meno possibile 😀

Come?
Usando le giuste immagini, usando i grassetti, usando i paragrafi e tutto ciò che può aiutare l’occhio del lettore a non stancarsi 😉

Scrivere un articolo che può essere considerato un text wall (muro di testo) non serve a nessuno.

#4. Numero di parole

Scrivere un articolo che sarà parte integrante della strategia di content marketing per un Blog significa per lo più creare contenuti di valore.

E per creare contenuti di parole devo scrivere… tanto.
Non troppo, ma tanto 😀

contenuti di valore per un blog

Stiamo cercando di capire come scrivere un blog non un vocabolario o un tomo enciclopedico 😀

La lunghezza degli articoli dipende dalla tipologia di articoli che andiamo a scrivere.
Per esempio se hai in mente di realizzare un Blog con struttura a SILO, sai già che dovrai scrivere:

  • Articolo Corner Stone
  • Articolo Pillar
  • Articoli Longtail Keywords

Ognuno di questi articoli dovrà avere una certa lunghezza “a scalare“.
Il Cornerstone avrà una lunghezza maggiore del Pillar che avrà una lunghezza maggiore del Longtail.

ASPETTA!
Non saltare a conclusioni affrettate 😀
Queste sono solo indicazioni.
Contare le parole aiuta sicuramente, ma allungare il brodo solo per avere un testo più lungo non serve a nessuno 🙂

In linea generale pensa che per poter spiegare adeguatamente un argomento dovrai “usare” un certo numero di parole.
Io per esempio per i miei articoli non scendo mai sotto le 600 parole, ma dipende ovviamente anche dall’argomento che andrai a trattare 😉

#5. Fatti trovare su Google

Se vogliamo rispondere alla domande come scrivere un blog, non posso omettere la SEO ON PAGE.
Non so se sai cosa è la SEO, ma ho predisposto un articolo nel quale ti dico come imparare la seo partendo da zero.

In parole povere: Google deve capire se premiare il tuo blog o il tuo articolo.
E per farlo, il tuo blog o il tuo articolo devono avere delle caratteristiche precise.

La SEO on page è quella materia che si studia per scrivere articoli che si posizioneranno nei motori di ricerca.
Appunto la Search Engine Optimization legata a una pagina.
Per poter comporre articoli usando le giuste keyword, io uso spesso un tool molto efficace che si chiama SEO TESTER ONLINE.

Ne parlo qui e nel mio gruppo 😉

Torno a dire ciò che ho scritto sopra: nel caso in cui ti stai chiedendo come scrivere un blog personale, nel quale mettere solo i tuoi vissuti e i tuoi pensieri, puoi anche tralasciare questo aspetto 😉

#6. Il potere della community

Come ho sempre detto, il Blog è il re del content marketing 😀
E se la tua intenzione è quella di informare i tuoi lettori curando la stesura di articoli per il tuo blog, perchè non creare una community di fan legati alla tua nicchia?

I social ci aiutano tantissimo in questo, e sfruttarli per portare un po’ di acqua al nostro mulino non è male 🙂

#7. Studia un piano editoriale e rispetta il calendario

Questo aspetto viene spesso dimenticato. Ne ho parlato proprio all’inizio dell’articolo e qui voglio darti una piccola spiegazione.

Non pubblicare il tuo blog se non è ancora pronto.
Usciresti in pantofole solo perchè hai premura di fare qualcosa?

Beh, immagino di no.
Dunque perchè devi mettere il tuo blog online se ancora non hai scritto nessun articolo?

Non avere fretta, studia un piano editoriale e creare qualche contenuto prima di mettere online 😉

Come fare?
Scegli l’obiettivo del tuo blog, studiati 5/6 categorie e scrivi articoli inerenti le categorie.
Appena ne avrai scritti almeno 10 (anche se l’ideale sarebbe averne almeno 30) metti online, ma non prima.

Questo del piano editoriale è un argomento MOLTO DELICATO.
Motivo per il quale ho deciso di affrontare l’argomento in maniera dettagliata nel mio gruppo.

#8. Comunica a Google che ci sei

Come scrivere un blog e avere una presenza costante sul web se Google non sa che esisti?

Beh, domanda difficile 😀
Ma devi sapere che Google oggi ci offre tanti strumenti per aiutarti nell’impresa e aiutarti ad avere un blog sempre funzionante.primo su googleUno di questi è la Search Console grazie alla quale potrai comunicare a Google la presenza del tuo blog e monitorare la salute del tuo blog.

In questo articolo non posso trattare questo argomento per ovvi motivi, anche perchè è molto tecnico per chi inizia 🙂
Ma nel gruppo di cui ti parlavo ho inserito alcuni post sull’argomento e se vorrai potrai fare tutte le domande che vorrai 😉

Come scrivere un blog: conclusioni

Se stai cercando di capire come creare un blog di successo o come aprire un blog e guadagnare, forse questo articolo ti ha aiutato a impostare una base di partenza per i contenuti del tuo blog 🙂

Ci sono tanti altri aspetti da considerare, ma questi sono quelli che mi sento di suggerirti.
Se vorrai confrontarti con altri bloggers sull’argomento puoi contare sul gruppo di confronto e condividere con noi i tuoi dubbi e domande 🙂

Spero di averti fornito alcune indicazioni in più per comprendere come scrivere un blog 🙂

 

Questo sito potrebbe usare cookie, anche di terze parti ma non di profilazione, in quanto necessari al suo funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella informativa sui cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra informativa estesa PRIVACY E COOKIE POLICY